Duevoltemamme avanti tutta #14: Francesca!

E oggi è la volta di Francesca, blogger di Sopravvivenza di una Mamma Distratta, a raccontare la sua esperienza per la rubrica “Duevoltemamme avanti tutta”: non perdetevi le sue parole!

Duevoltemamme avanti tutta!

I tuoi bimbi hanno 16 mesi di differenza. Quanto è difficile crescere bimbi con così poca distanza?
Certo è molto faticoso, ma di base ho la fortuna di avere i miei a disposizione x darmi una mano e poi mi basta vederli giocare insieme. Si raddoppia il lavoro, ci sono doppi pannolini, doppia fatica x metterli a dormire, a tavola è un gran casino, la casa é sempre in disordine e non ho mai il tempo di sistemare. Tra i pro c’è che starò nel tunnel una volta sola! I bambini cresceranno insieme e poi li porterò quasi sempre a scuola nello stesso posto!

I “sintomi” della tua seconda dolce attesa sono stati gli stessi della prima?
All’inizio nessun sintomo, ma in entrambi i casi sapevo già di essere incinta prima di avere il ritardo. Tra l’altro lei è stata una vera sorpresa, non era proprio programmata! (Ero rientrata a lavoro da 10 giorni quando l’ho scoperto!!!)

Quali sono state le principali analogie/differenze tra le due tue gravidanze?
Nausee diverse e movimenti dei bimbi all’opposto, Jacopo quasi non si sentiva, lei un ciclone!

Com’è andato il secondo parto rispetto al primo?
Entrambi bellissimi, anche se il primo con un lungo travaglio e tanta stanchezza, Vittoria in 3 ore era già fuori. Una serata bellissima, io e Cristiano ci diamo goduti ogni momento!

Avevi spiegato a Jacopo, mentre eri incinta, cosa sarebbe successo di lì a poco?
Gli ho sempre detto che nella pancia c’era la sua sorellina, ma era troppo piccolo per capire, credo che a un mese dalla nascita per lui fosse come se ci fosse sempre stata.

Come ha reagito Jacopo quando gli hai presentato Vittoria?
All’ospedale non l’ha considerata più di tanto, poi a casa appena rientrava dal nido o dai nonni cercava subito lei. È molto protettivo, la adora. Ovvio che anche loro litigano…

Pensi sia una buona cosa far conoscere fratellini o sorelline all’ospedale o meglio aspettare il rientro a casa?
Io Jacopo l’ho fatto venire, non sarei stata 3 giorni senza vederlo…

Come si svolge la tua giornata con i bimbi?
La mattina vanno tutti e 2 al nido, lunedì rientro a lavoro e ne porteremo uno per uno. I nonni li andranno a prendere e poi alle 5 quando esco li vado a prendere io. Il babbo lavora a turni, quindi a volte il pomeriggio c’è e a volte torna alle 9. Quindi a volte ceno da sola con loro…

Secondo te, è più facile gestire i bimbi lavorando da libera professionista?
Forse sì,  ma con il lavoro dipendente ho avuto la possibilità di stare a casa diversi mesi dopo il parto,  nel caso della secondogenita sono stata a casa quasi fino al suo primo compleanno. Di contro c’è che una volta rientrata non ho flessibilità negli orari e a causa di una cessione di ramo d’azienda rischio un trasferimento lontano da casa.

Con due bimbi, come riesci a gestire anche il tuo tempo come blogger?
Non lo gestisco, sono mesi che non riesco a scrivere. Quando rientro a lavoro proverò a scrivere in pausa pranzo!!!!

Sul tuo blog dici che il tuo compagno pensa al terzo…tu non sei propensa?
Mi piacerebbe… ma al momento sono un po’ provata, ne riparliamo tra 7/8 mesi?!?!

Vorresti dare un consiglio alle future mamme bis?
Di stare tranquille!!! Col secondo è più facile!!!!

 

Grazie mille Francesca! Come ti capisco, anche i miei sono vicini e all’inizio per me è stata dura…ma ora che interagiscono, va meglio (e peggio, alle volte).
Se volete essere intervistate anche voi, mandatemi una mail a info@duevoltemamma.com!

Share on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on FacebookEmail this to someone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.